Roma Qarabag 1-0: vittoria e primo posto nel girone

La Roma vince 1-0 con un gol di Perotti e stacca il pass per gli ottavi addirittura come prima del girone: è il trionfo di mister Di Francesco

Tutto come da copione: la Roma supera 1-0 il modesto Qarabag e vola agli ottavi di Champions vincendo un girone che molti dopo il sorteggio consideravano proibitivo. È il trionfo di Di Francesco, artefice dell’impresa che riporta la Roma tra le grandi d’Europa in modo netto e convincente, contro avversari sulla carta più forti.

Poche parole e tanti fatti, umiltà e cultura del lavoro sono alla base del capolavoro del mister, lo stesso che in estate molti definivano inadeguato per la Champions e per una grande piazza. Di Francesco ha messo tutti in riga, ha ridato forza e convinzione ad un gruppo indebolito dalle cessioni estive e ha conquistato uno straordinario risultato sportivo.

Roma Qarabag: primo tempo

La Roma non parte fortissimo, consapevole di poter gestire il risultato, con un occhio al risultato di Stamford Bridge, dove un Chelsea già qualificato ma che deve consolidare il primo posto con una vittoria, ospita l’Atletico Madrid alla ricerca di 3 punti per sperare in un passo falso dei giallorossi. Il Qarabag come prevedibile si chiude e per gli uomini di Di Francesco non è facile sfondare, costruendo le migliori occasioni da palla inattiva

Al 14′ corner corto con scambio Perotti – El Shaarawy, con il Faraone che tenta un tiro-cross: Manolas devia di tacco, ma senza impensierire Sehic. Al 17′ ancora angolo: stavolta batte Kolarov, ma Dzeko spara altissimo dopo il velo di De Rossi. Due minuti dopo si vede anche il  Qarabag: Ismayilov crossa dalla destra scavalcando la difesa, ma Madatov non aggancia. Al 22′ Ndlovu prova dal limite, ma Alisson para agevolmente.

Al 24′ ancora Roma: cross di El Shaarawy e Yunuszade rischia l’autogol. Al 31′ ancora El Shaarawy su suggerimento di Strootman, ma il tiro al volo è alto. Un minuto dopo il Qarabag costruisce la sua azione migliore, con Ismayilov che centra per l’accorrente Almeida: alto.

Il primo tempo si chiude 0-0 sia a Roma che a Londra. Nel finale della prima frazione c’è tempo per un errore di Dzeko che sbaglia la conclusione dal limite e per un salvataggio disperato di Sehic su tiro a botta sicura di Nainggolan, servito da corner.

Roma Qarabag: secondo tempo

Nella ripresa la Roma alza i ritmi di gioco, per trovare il gol che le darebbe la certezza della qualificazione: al 49′ Nainggolan ci prova dai 20 metri, ma Sehic blocca a terra.

Il gol è solo rimandato, perché al 53′ Perotti sfonda con una combinazione con Strootman e serve Dzeko in area: il bosniaco si fa respingere ancora una volta la conclusione, ma Perotti arriva per primo sulla ribattuta e di testa insacca nella porta vuota: Roma Qarabag 1-0.

Tre minuti più tardi da Londra arriva la notizia del vantaggio dell’Atletico, che qualificherebbe la Roma come prima del girone e 6′ dopo Nainggolan sfiora il 2-0 che metterebbe la qualificazione in cassaforte: controllo al volo e sinistro dal limite, ma Sehic è bravo ad opporsi e rifugiarsi in angolo.

La Roma abbassa di nuovo i ritmi, cercando di gestire il risultato, facendo infuriare Di Francesco, che dalla panchina urla di continuare a spingere. Il tecnico giallorosso toglie El Shaarawy e getta nella mischia Gerson, più utile del Faraone in questo frangente di gara e con il risultato favorevole.

Al 60′ arriva la notizia del pareggio del Chelsea, che se da una parte qualificherebbe la Roma anche in caso di gol del Qarabag, dall’altra rischia di privare i giallorossi del primo posto, se il Chelsea dovesse segnare anche il 2-1.

Di Francesco toglie Perotti e inserisce Pellegrini, lasciando in campo Dzeko in serata decisamente no, mentre Schick continua a scaldarsi: più di qualcuno si aspettava uno spezzone di gara del ceco.

A 7′ dalla fine l’occasione migliore per il Qarabag: Guerrier crossa dalla sinistra, Fazio non ci arriva e Michel colpisce di testa, ma senza angolare: Alisson si salva. Al 90′ la Roma potrebbe chiuderla: ottimo break di Gerson che recupera palla sulla tre quarti e avanza in un invitante 3 contro 3. Alla fine serve Dzeko sulla destra, che spreca con un tiraccio fuori.

È l’ultima azione: la Roma conquista i 3 punti e , grazie al contemporaneo pareggio di Stanford Bridge, anche la testa del girone ai danni del Chelsea, che assolutamente non meritava il primo posto, dopo il doppio confronto con i giallorossi.

Tabellino e pagelle di Roma – Qarabag, Champions League 5/12/2017

Roma: Alisson 6; Florenzi 6, Manolas 6, Fazio 6, Kolarov 7; Nainggolan 6,5, De Rossi 6, Strootman 6; El Shaarawy 6 (72′ Gerson 6,5), Dzeko 5,5, Perotti 7 (81′ Pellegrini sv). A disposizione: Skorupski, Juan Jesus, Schick, Moreno, Gonalons. Allenatore: Di Francesco 9.
Qarabag: Sehic 6,5; Medvedev 5,5, Yunuszada 5, Rzezniczak 5,5, Guerrier 5,5; Qarayev 5,5; Ismayilov 5 (31′ st Dani Quintana 5,5), Michel 5, Richard Almeida 5,5, Madatov 5 (40′ st Sheydaev sv); Ndlovu 5,5  (40′ st Ramazanov sv). A disposizione: Kanibolotskiy, Amirguliyev, Huseynov, Diniyev. Allenatore: Gurbanov 5,5.
Marcatori: 53′ Perotti (R)
Arbitro: Stieler (Ger).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni