Roma – Chelsea 3-0: dolcetto o tripletta?

Nella notte di Halloween una Roma da paura schianta 3-0 il Chelsea con un mostruoso El Shaarawy e ipoteca il passaggio del turno

Notte fantastica all’Olimpico, dove la Roma umilia il Chelsea 3-0 nella notte di Halloween, trascinata ancora una volta da El Shaarawy (già match winner mercoledì contro il Bologna) e da Perotti. A vedere le streghe è Antonio Conte, con i suoi blues sonoramente sconfitti dopo essere stati dominati per tutta la gara e scavalcati in testa al girone dai giallorossi. Grazie al pareggio 1-1 tra Atletico Madrid e Qarabag, con gli azeri che per poco non sfiorano l’impresa in casa dei colchoneros, la Roma ha praticamente ipotecato il passaggio del turno: non male per una squadra che dopo i sorteggi tutti indicavano come terza forza del raggruppamento.

Già all’andata la squadra di Di Francesco aveva dimostrato di potersela giocare alla pari con il Chelsea, rimontando due gol di svantaggio e riuscendo quasi ad espugnare Stanford Bridge con il gol di Kolarov e la doppietta di Dzeko: stasera però in campo si è vista una sola squadra, che ha dominato e gestito la gara per tutti i 90 minuti.

Roma – Chelsea: primo tempo

Pronti via e Roma in vantaggio. Lancio lungo di Kolarov, Dzeko fa una strana sponda all’indietro con la spalla svettando in mezzo a David Luiz e Rudiger: sembra una palla innocua ma dalle retrovie arriva in corsa El Shaarawy che spacca la porta con un esterno al volo che trafigge Courtois all’incrocio. Partenza da urlo per i giallorossi e Olimpico in delirio.

Il Chelsea si rende pericoloso con Hazard al 5′, ma Florenzi sporca il tiro e Alisson lo neutralizza. Al 24′ ancora Chelsea con Morata che da pochi passi si mangia l’1-1. I blues provano ad attaccare per recuperare lo svantaggio, con la Roma che riparte in contropiede.

Al 36′ la Roma raddoppia: lancio senza troppe pretese di Nainggolan, ma Rüdiger legge male la situazione e lascia scorrere la palla: ci si avventa ancora El Shaarawy che anticipa tutti con un tocco delizioso e mette alle spalle di Courtois, nonostante il tentativo di chiusura di Azpilicueta. Continua il momento magico del Faraone e la Roma va negli spogliatoi in vantaggio di due reti.

Roma – Chelsea: primo tempo

Nella ripresa Conte getta nella mischia Willian per Cahill, tentando di recuperare con un assetto più spregiudicato, ma la Roma è padrona del campo e al 63′ bussa per la terza volta.  Kolarov intercetta una palla persa malamente da Fabregas e serve Perotti, l’argentino salta Pedro e fulmina un non impeccabile Courtois con un gran destro sul primo palo.

Pochi minuti dopo la Roma potrebbe addirittura calare il poker, ancora con Perotti. Dzeko si porta appresso tre avversari e serve il Monito liberissimo in area, ma stavolta l’argentino non è preciso e calcia alto da ottima posizione.

Ormai la partita è senza storia, la Roma gestisce senza problemi il vantaggio e porta a casa tre punti fondamentali, che regalano la testa del girone e mettono una seria ipoteca sull’accesso agli ottavi.

Tabellino e pagelle di Roma-Chelsea, Champions League 31/10/2017

Roma: Alisson 7; Florenzi 6,5 (74′ Manolas sv), Fazio 6,5, Juan Jesus 5,5, Kolarov 7; Nainggolan 6,5, De Rossi 6; Strootman 6; El Shaarawy 8 (74′ Gerson sv), Dzeko 6,5, Perotti 7 (86′ Pellegrini sv). A disp.: Skorupski, Moreno, Gonalons, Ünder. All. Di Francesco 7,5.
Chelsea: Courtois 5,5; Rudiger 4,5, David Luiz 5, Cahill 5 (56′ Willian 5); Azpilicueta 5, Fabregas 5 (71′ Drinkwater 5,5), Bakayoko 6, Marcos Alonso 5,5; Hazard 6, Morata 5 (75′ Batshuayi sv), Pedro 5,5. A disp.: Caballero, Christiensen, Zappacosta, Kenedy. All. Conte 5.
Marcatori: 1′ e 36′ El Shaarawy, 63′ Perotti
Arbitro: Eriksson (Sve).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni