Zig Zag Scooter Sharing partner della Roma

Nuova partnership in casa Roma. Il football club giallo rosso, infatti, conta, da questo aprile, un nuovo sponsor: Zig Zag, Scooter Sharing Partner.

Una scelta a favore dei tifosi

Come spiega in una nota la società giallorossa:  “L’AS Roma ha scelto Zig Zag come Scooter Sharing Partner ufficiale per facilitare l’arrivo e il deflusso dei tifosi allo Stadio Olimpico. Il Club ha siglato un nuovo accordo all’insegna della condivisione, che si inserisce tra le iniziative di mobilità già promosse, per rendere più flessibili e sostenibili gli spostamenti dei tifosi giallorossi”.

Cos’è Zig Zag?

Zig Zag è un servizio di scooter sharing che consente il noleggio di un veicolo a tre ruote in modo veloce e conveniente. Un’idea che permette di incidere positivamente su consumi ed emissioni, favorendo, invece, il risparmio di tempo e denaro. Lo scooter a tre ruote, inoltre, in grandi città come Roma, permette anche di risparmiare tempo, superando la maggior parte delle difficoltà imposte dal traffico dell’ora di punta. È possibile accedere al servizio con un semplice click dal proprio smartphone, direttamente dalla app di Zig Zag.

Noleggio sempre più conveniente

Roma guarda con interesse crescente al noleggio di veicoli per il trasporto. E non solo per quello di persone, con bike – scooter e car sharing, anche al noleggio per la condivisione del trasporto di oggetti più o meno pesanti. Lo fa, ad esempio, favorendo la possibilità di accedere al noleggio furgoni a Roma tramite web, direttamente dal portale Giffi Noleggi.

Zig Zag e Roma

La partnership tra il servizio di noleggio scooter e la società calcistica consente agli scooteristi Zig Zag tifosi della Roma di usufruire gratuitamente del servizio per i primi trenta minuti di utilizzo dei ciclomotori, beneficiando poi di tariffe vantaggiose da e per lo Stadio Olimpico, in occasione delle partite in programma lungo tutto l’arco del 2018. Inoltre, “Zig Zag – prosegue la nota della società giallo rossa – metterà a disposizione dei tifosi giallorossi parcheggi convenzionati nelle zone adiacenti lo Stadio Olimpico, all’interno dei quali lascerà alcuni scooter al fine di facilitare la mobilità dell’ultimo miglio”.

La mobilità condivisa in tutta Italia

L’idea di mobilità condivisa piace sempre più agli italiani. Lo dimostrano i dati diffusi, di recente, dall’Osservatorio Audimob di Isfort, presentati nel corso della seconda conferenza nazionale sulla sharing mobility, in partnership con Deloitte e Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. Sono 18,1 milioni gli italiani che possono usufruire di almeno un servizio di mobilità condivisa (28 per cento). Due italiani su tre conoscono bene il car sharing o almeno ne hanno sentito parlare e sono disposti ad utilizzarlo in alternativa agli spostamenti con l’auto di proprietà (54,5 per cento). Nella Penisola, i servizi che hanno avuto maggiore diffusione nell’ultimo anno sono il bike sharing, il car sharing, ma anche il car pooling, lo scooter sharing e il bus sharing, oltre alle nuove App, che in un’unica piattaforma permettono di prenotare e acquistare tutta la sharing mobility a disposizione nelle città italiane.

I numeri

Quali sono i numeri dell’offerta? Il rapporto si sofferma anche su questo punto. Ne emerge che in Italia ci sono circa 40.000 biciclette offerte in bike sharing in 265 Comuni, circa 8.000 auto in car sharing per 1.077.589 utenti, nelle due formule free floating (l’auto che si preleva e si lascia ovunque) e station-based (si preleva e lascia in appositi spazi) e a circa 2,5 milioni di utenti per il car pooling extraurbano. Andamento positivo anche per i veicoli a zero emissioni: è elettrico il 27 per cento degli scooter e delle auto condivise che circolano nelle città italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni