Spaccio di droga: arrestato il cugino di Roberto Spada

Ostia, la Polizia ha arrestato il cugino di Roberto Spada per spaccio di droga

Ancora un arresto a Ostia: stavolta a finire in manette è il cugino di Roberto Spada, ancora in carcere a Tolmezzo (UD) per l’aggressione al giornalista Rai Daniele Piervincenzi. Durante i controlli sul territorio, la Polizia ha infatti arrestato Juan Carlos Spada con l’accusa di spaccio di cocaina. L’arresto è avvenuto in piazza Gasparri, una delle zone più calde, finita spesso al centro delle cronache nei giorni scorsi, in quanto indicata come una roccaforte degli Spada e della criminalità organizzata a Ostia.

Juan Carlos Spada, 27 anni, è il cugino di Roberto Spada, in carcere da circa un mese per aver aggredito l’inviato Rai Daniele Piervincenzi, con una testata che gli ha procurato la frattura del setto nasale. A Spada era stata riconosciuta l’aggravante del metodo mafioso, che ne aveva provocato il trasferimento nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo (Udine). Nei giorni seguenti si erano intensificate le indagini delle forze dell’ordine sulla rete criminale degli Spada, culminate con un imponente blitz a Ostia Nuova.

Arrestato cugino Roberto Spada: il blitz degli agenti

L’arresto è avvenuto ieri pomeriggio, dopo una serie di controlli e appostamenti. Nei giorni scorsi infatti gli uomini del Commissariato Lido, diretto da Fabio Abis, avevano notato più volte la presenza di Juan Carlos Spada in Piazza Gasparri, in atteggiamenti tipici di chi aspetta clienti a cui spacciare la droga.

Così ieri è scattato il blitz degli agenti, che hanno fermato il giovane, il quale in un primo momento ha negato di abitare in zona. Ma gli uomini della Polizia lo avevano seguito fin dal momento in cui era uscito di casa, in una via limitrofa. Condotto all’abitazione, le chiavi che aveva in tasca hanno aperto la porta e nel corso della perquisizione, con l’ausilio delle unità cinofile, la Polizia ha trovato circa 10 grammi di cocaina, materiale per il confezionamento delle dosi ed una somma di denaro ritenuta provento dell’attività di spaccio: tutti segnali inequivocabili dell’attività di spaccio e così per Juan Carlos Spada si sono aperte le porte del carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni