Anello ferroviario vietato alle Euro 2 e domeniche ecologiche

Dal 20 novembre stop alle auto Euro 2 dal lunedì al venerdì e dal 2018 l’anello ferroviario rischia di diventare off limits per tutti. Tornano anche le domeniche senza auto

La notizia circolava già da qualche tempo, ma ora è arrivato il provvedimento definitivo che renderà ancora più difficile la mobilità a Roma: a partire dal 20 novembre l’accesso all’anello ferroviario sarà interdetto a tutte le auto Euro 2, dal lunedì al venerdì. Il divieto resterà in vigore quasi un anno, fino al 31 ottobre 2018. Secondo il Campidoglio, l’obiettivo è quello di: “ridurre drasticamente l’inquinamento e tutelare la salute dei cittadini”. L’ordinanza è stata firmata dal sindaco Virginia Raggi.

Il provvedimento riguarderà tutti i veicoli a benzina Euro 2, ad esclusione dei giorni festivi infrasettimanali, in cui il divieto sarà sospeso . Saranno come di consueto esentati i veicoli muniti di contrassegno per persone invalide; le vetture adibite a servizio di polizia sicurezza ed emergenza e soccorso stradale, così come i mezzi per il pronto intervento per acqua, luce e gas. Sul sito di Roma Capitale sarà disponibile l’elenco completo degli aventi diritto alla circolazione, in deroga al provvedimento. Insiste il Campidoglio: “Queste misure sono state adottate a salvaguardia della salute pubblica e riguardano i veicoli a benzina di vecchia generazione”.

Ma questa decisione rischia di non essere l’unica a proposito dell’anello ferroviario di Roma: ha ripreso infatti vigore l’idea di alcuni mesi fa, in linea con il Piano generale del traffico di Guido Improta, di chiudere l’anello ferroviario a tutte le auto e istituire un sistema di pedaggi. Secondo il consigliere capitolino Enrico Stefàno il progetto potrebbe diventare operativo già da metà 2018.

Si spera che per tale data, se davvero si dovesse prendere questa decisione, saranno messe in atto anche concrete ed adeguate azioni di mobilità alternativa. Ad oggi il trasporto pubblico di Roma presenta gravi criticità che vanno affrontate e risolte prima di bloccare semplicemente il traffico privato.

E come se non bastasse, tornano anche le cosiddette “domeniche ecologiche”, che tanti disagi creano ai cittadini in cambio di un non ben quantificato “miglioramento della qualità dell’aria”. La prima sarà il 19 novembre, proprio il giorno prima dell’entrata in vigore del provvedimento di limitazione di accesso nell’anello ferroviario. Le successive domeniche ecologiche saranno 17 dicembre 2017, 21 gennaio 2018 e 11 febbraio 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condivisioni